Credito D’Imposta 2020

La Legge di Bilancio 2020 introduce un credito d’imposta per investimenti aventi a oggetto beni materiali funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0, compresi nell’allegato A annesso alla L. 232/2016 (c.d. Legge di Bilancio 2017) in sostituzione dell’iperammortamento in vigore fino al 2019. I benefici fiscali previsti dal credito d’imposta sono i seguenti:

  • 40% per investimenti complessivi entro 2,5 milioni di euro;
  • 20% per investimenti complessivi oltre 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro.

Gli ambiti applicativi restano sostanzialmente gli stessi della disciplina dell’iperammortamento. Il credito d’imposta è compensabile in 5 quote annuali di pari importo a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di interconnessione del bene. L’agevolazione si traduce in un beneficio fiscale solo lievemente inferiore a quello consentito dall’iperammortamento (il 40% rispetto al 40,8% per i soggetti Ires da sommare all’ammortamento fiscale standard) ma si allarga notevolmente la base di applicazione, visto che il credito d’imposta è applicabile anche alle aziende che non presentano bilanci in attivo e con assetti societari non esclusivamente di capitale. Diminuisce però l’importo soggetto ad autocertificazione, passando da € 500.000 a € 300.000.

Italiano