RASSEGNA STAMPA DI FINE ANNO!

decarbonizzazione efficientamento

Efficientamento Energetico E...

IL PREZZO DELLA CO2
Come dice il GSE: “Il Sistema Europeo di Scambio di Quote di Emissione (da qui in poi EU ETS) è il principale strumento adottato dall’Unione europea, in attuazione del Protocollo di Kyoto, per ridurre le emissioni di gas a effetto serra nei settori energivori.”

Il mercato della CO2 prevede un meccanismo di assegnazione delle quote di emissioni che possono essere acquistate all’asta. Pertanto il prezzo delle quote è soggetto a una pluralità di fattori che nell’ultimo anno ha portato il prezzo della CO2 ad un costante aumento. Prima del Covid il prezzo a tonnellata della CO2 era di 20 euro a tonnellata. Oggi sfiora gli 80 euro a tonnellata.

Si tratta di una sorta di tassa sull’inquinamento che spinge verso l’efficientamento.

Qui le news originali: ultimo trimestre e resoconto annuo.

 

NUOVO SISTEMA DI ACCUMULO INTEGRABILE E TRASPORTABILE
A seguito della scarsità dei materiali per l’accumulo da fonti non programmabili, il MIT ha messo a punto una nuova batteria per migliorare l’efficienza delle rinnovabili. Di tratta di una batteria in fibra che con la sua struttura a filo può raggiungere i 140 metri di lunghezza e può essere integrata in diversi supporti, incluso l’abbigliamento.

Con una capacità di accumulo di energia di 123 milliampere/ora può attualmente caricare smartphone e smatrwatch.

Qui la news originale.

 

CINGOLANI PREME SUL NUCLEARE E L’ITALIA CONSUMA SEMPRE DI PIÙ
L’importanza della ricerca di fonti nucleari per abbattere le emissioni diventa sempre più cruciale. L’andamento di consumi ed emissioni in Italia mostra infatti che nonostante il Green Deal e il caro energia sempre più stringente, l’Italia nel terzo trimestre 2021 ha fatto +7% sullo stesso periodo del 2020.

Inoltre, dato l’aumento dell’uso di fonti fossili anche le emissioni salgono con un + 4% rispetto all’anno precedente.

Cingolani batte sul nucleare come migliore alternativa per soddisfare il fabbisogno ancora crescente di energia e smarcarsi dal problema delle emissioni di CO2. Ci aspettiamo un’inversione di tendenza nella comunicazione e divulgazione circa le reali potenzialità dell’atomo.

“È vero, i cittadini hanno detto no al nucleare, ma per il ministro bisogna riconsiderare la decisione. Non servirà per gli obiettivi al 2030, precisa l’ex di Leonardo, ma per la transizione energetica con orizzonte 2050 sì.”

Qui la news originale.

Qui i consumi ed emissioni in Italia.

 

MIGLIORAMENTO DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE NEL COMPARTO RESIDENZIALE
Collegata alla news precedente, l’edilizia residenziale si muove in controtendenza, mentre sono i settori produttivo e industriale che vanno efficientati velocemente.

Se il residenziale gode infatti di una certa agilità negli iter di efficientamento e può contare su una normativa ad hoc per le nuove costruzioni e ristrutturazioni, le strutture produttive e industriali trainano la crescita dei consumi.

Il censimento energetico del settore residenziale sta inoltre migliorando la propria accuratezza grazie ad un numero di APE analizzati quasi doppio (950 mila) rispetto al 2019.

Qui la news originale.

 

ALADIN
Ultima news della rassegna stampa dedicata ad ALADIN, il dispositivo dello Smart Energy Lab che mette a disposizione delle aziende un’interfaccia evoluta per la diagnostica dei disturbi della power quality.

Aladin verrà integrato con i dispositivi e-Power per il miglioramento della gestione e risoluzione dei difetti rilevati nell’alimentazione elettrica.

Per saperne di più e conoscere come Aladin può cambiare i consumi della tua azienda puoi leggere il nostro articolo dedicato o guardare il video che spiega le principali features del brevetto.